Statuto dell’Associazione di Volontariato
“La Maison des Petits de Diquini ONLUS”

Art. 1 – È costituita un’associazione di volontariato avente le caratteristiche di organizzazione non
lucrativa di utilità sociale (ONLUS), sotto la denominazione:
“La Maison des Petits de Diquini ONLUS”. L’Associazione ha carattere ed operatività sia nazionale che internazionale ed opera nel rispetto di quanto stabilito dalla legge 266/1991. Ha le caratteristiche di organizzazione non lucrativa di utilità sociale ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460 e successive modificazioni ed integrazioni.

Art. 2 – La ” La Maison des Petits de Diquini ONLUS” ha sede in Via Casole d’Elsa 19, Int. 5, 00139 Roma

Art. 3 – L’Associazione ha durata illimitata nel tempo.

Art. 4 – L’Associazione ha per finalità generali:
· la piena realizzazione dei diritti fondamentali della persona umana;
· la salvaguardia della vita;
· la valorizzazione delle risorse umane;
· la conservazione del patrimonio naturale e culturale;
Obiettivi specifici dell’Associazione sono:
· assicurare una nutrizione adeguata a bambini abbandonati in Haiti, a partire da quelli che trovano ospitalità nell’orfanotrofio “La Maison des Petits de Diquini”.
· promuoverne e perseguirne l’educazione, l’istruzione e la formazione, in un luogo sano e sicuro.
A tale scopo si impegnano a:
· promuovere e a collaborare alla realizzazione di iniziative di solidarietà anche partecipando ad iniziative promosse e attuate da altri Enti, Organizzazioni ed Associazioni, purché coerenti con le caratteristiche e le finalità dell’Associazione e in ogni caso non a scopo di lucro;
· facilitare e rendere fattibile l’impegno dei propri soci e di quanti altri intendono collaborare con l’Associazione nella realizzazione delle finalità precedenti;
Al fine di conseguire le proprie finalità istituzionali, l’Associazione:
· sviluppa studi, progetti e programmi per la realizzazione concreta di attività coerenti con le finalità istituzionali generali;
· si attiva per il reperimento delle risorse necessarie ivi comprese quelle economiche e finanziarie;
· procede alla fornitura ed alla costruzione di impianti, infrastrutture, attrezzature e servizi necessari alla realizzazione dei progetti e dei programmi;
· partecipa a bandi e gare – sia nazionali che internazionali – atti a permettere la realizzazione di progetti e programmi coerenti con le finalità istituzionali dell’Associazione; a tal fine può promuove e partecipare a Consorzi o altre forme di associazione e cooperazione, anche temporanea, sia in qualità di coordinatore che di componente;
· promuove l’informazione dei propri soci e di quanti altri intendano collaborare con l’Associazione ai fini della migliore realizzazione delle attività programmate e poste in essere, per tutti gli aspetti ed i contenuti necessari;
· procede alla individuazione di organismi di fiducia – pubblici e privati con cui cooperare nella realtà locale di intervento;
· amministra le risorse – di qualsiasi genere – necessarie alla realizzazione efficace ed efficiente dei progetti e programmi attivati e ne cura la destinazione più corretta possibile;
· verifica, con periodici controlli, il perseguimento degli obiettivi e dei risultati previsti per ogni progetto e/o programma di attività, in particolare con riferimento ai benefici dei destinatari;
· informa i soci e quanti altri contribuiscono alla realizzazione delle attività istituzionali, attraverso un apposito sistema informativo;

Art. 5 – L’Associazione si avvale in modo determinante e prevalente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri soci aderenti. Potrà, ove necessario, avvalersi anche della collaborazione di altri volontari o di specifici professionisti esterni all’Associazione, individuando di volta in volta le forme contrattuali più idonee tra quelle previste dalla legislazione vigente.

Art. 6 – L’Associazione è democratica e pluralista e si impegna alla valorizzazione dei principi di uguaglianza, solidarietà, giustizia e sostenibilità ambientale.

Art. 7 – L’Associazione è aperta a tutti senza alcuna discriminazione politica ideologica o religiosa. Tra i soci vige una disciplina uniforme del rapporto e delle modalità associative.

Art. 8 – L’Associazione, che utilizza in ogni segno distintivo e in ogni comunicazione l’acronimo ONLUS, privilegia i rapporti con le altre organizzazioni di volontariato.

Art. 9 – Il patrimonio è costituito:
a) dai beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà della “La Maison des Petits de DIQUINI ONLUS”;
b) da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;
c) da eventuali erogazioni, donazioni e lasciti.

Art. 10 – Le entrate dell’Associazione sono costituite:
· dalle quote sociali,
· dalle elargizioni e contributi sia dei soci che di soggetti – individuali o collettivi, pubblici o privati, nazionali o internazionali – esterni all’Associazione;
· donazioni e lasciti testamentari;
· dal ricavato dell’organizzazione di manifestazioni o partecipazione ad esse;
· dai proventi derivanti da attività connesse, anche produttive o commerciali, eventualmente poste in essere, purché a carattere marginale;
· da contributi esterni;
· da rimborsi derivanti da convenzioni;
· da ogni altra entrata ammessa dalla legge.
L’Associazione ha facoltà di ottenere finanziamenti a titolo infruttifero dai Soci e da terzi.
L’Associazione può aprire conti correnti bancari e/o postali; non può investire, neppure temporaneamente, le proprie entrate in titoli di qualsiasi tipo e durata, né pubblici né privati.

Art.11 –  L’esercizio si chiude al 31 dicembre di ogni anno. Entro 90 giorni dalla fine dell’esercizio il Presidente predispone il bilancio, che dovrà essere approvato dall’Assemblea dei soci. Verrà altresì sottoposto all’approvazione dell’Assemblea il bilancio preventivo dell’esercizio in corso. Gli utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale non verranno distribuiti, neppure indirettamente, durante la vita della ONLUS, salvo che la destinazione o distribuzione non siano imposte dalla legge, e pertanto saranno portati a nuovo ed utilizzati dalla ONLUS per i fini perseguiti.
Tutte le cariche dell’Associazione sono svolte gratuitamente, salvo rimborso delle spese documentate per l’espletamento di specifici incarichi affidati dal Consiglio Direttivo.

Art. 12 – SOCI ED AMICI
Previa approvazione del Consiglio Direttivo aderiscono all’Associazione, in qualità di Amici, le persone fisiche e giuridiche, gli Enti, le Organizzazioni, e tutte quelle associazioni che si impegnano a diffondere e sostenere le finalità ed i progetti dell’Associazione e che versano un contributo a partire dalla misura minima deliberata dall’Assemblea.
Sono Soci dell’Associazione coloro la cui domanda in tal senso sia stata approvata dal Consiglio Direttivo. I soci condividono le finalità e gli obiettivi dell’associazione e si impegnano a sostenerla con una quota annuale stabilita dal Consiglio Direttivo, non inferiore a €60 annuali. Si impegnano ad operare ispirandosi ai valori quali l’amore fraterno, la solidarietà verso gli ultimi, i piccoli ed i deboli. Sono tenuti all’osservanza delle norme del presente Statuto, del Regolamento Interno, delle delibere assembleari.
Tra i soci vige una disciplina uniforme del rapporto associativo e delle modalità associative.
Sono soci fondatori coloro che hanno partecipato alla fondazione della presente Associazione, indicati nell’atto costitutivo ed in calce al presente Statuto.

Organi dell’Associazione
Sono organi dell’Associazione:
– l’Assemblea dei Soci;
– il Consiglio Direttivo;
– il Presidente;
Le cariche sociali sono gratuite.

Art.13 – L’Assemblea, ordinaria e straordinaria, rappresenta l’universalità dei soci e le sue delibere obbligano tutti i soci ancorché assenti o dissenzienti.
I soci sono convocati in assemblea almeno una volta all’anno per l’approvazione del bilancio consuntivo dal Presidente mediante comunicazione per via telematica, contenente l’ordine del giorno, inviata a ciascun socio almeno 8 giorni prima di quello fissato per la riunione. In caso di urgenza il predetto termine può essere ridotto a tre giorni.
Hanno diritto ad intervenire all’Assemblea tutti i soci che risultano ammessi dal Consiglio Direttivo almeno quindici giorni prima di quello fissato per la riunione, ed in regola col pagamento della quota annuale associativa. L’Assemblea è valida qualunque sia il numero dei soci presenti in proprio o per delega e delibera sempre a maggioranza semplice.
L’Assemblea deliberare in merito:
– all’approvazione del bilancio;
– alla nomina del Consiglio Direttivo, definendone il numero dei componenti prima dell’elezione;

– all’approvazione e alla modificazione dello Statuto;
– ad ogni altro argomento proposto dal Consiglio
Delle riunioni dell’Assemblea dei soci viene redatto un verbale firmato dal Presidente e dal Segretario.
L’Assemblea può svolgersi anche in più luoghi audio e/o video collegati, a condizione che delle modalità venga dato atto nei relativi verbali. L’Assemblea si ritiene svolta ove sono presenti il Presidente e il Segretario.

Art.14 – Consiglio Direttivo è composto da almeno tre membri eletti dall’Assemblea.
Consiglio Direttivo può cooptare, secondo le esigenze, membri anche non soci aventi particolari competenze, senza diritto di voto e con funzioni consultive. I suoi membri sono nominati dall’Assemblea dei Soci.
Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni e comunque sino all’approvazione del bilancio di esercizio; al termine del mandato i consiglieri possono essere rieletti.
Il Consiglio Direttivo elegge al suo interno un Presidente, un Vice Presidente ed un Tesoriere,
che ha il compito di curare la gestione economica e finanziaria dell’Associazione.
In caso di dimissioni, decesso, decadenza o altro impedimento di uno o più dei suoi membri, il
Consiglio Direttivo può cooptare un sostituto che rimarrà in carica fino alla scadenza dell’intero
consiglio. La sua nomina verrà ratificata dall’Assemblea dei Soci alla prima adunanza utile.
Qualora venga meno, nel corso di un mandato, la maggioranza dei consiglieri in carica, l’intero
consiglio decade e si procede alla convocazione straordinaria dell’Assemblea.
Il Consiglio direttivo è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione in conformità alla legge e allo Statuto. Ad esso spettano tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione quali, in via esemplificativa e non tassativa, il potere di accettare donazioni, liberalità e lasciti, richiedere e incassare contributi, assumere obbligazioni, riscuotere crediti e pagare debiti, compiere operazioni di banca, richiedere finanziamenti prestando tutte le necessarie garanzie, concludere e risolvere contratti compresi quelli di lavoro, stipulare contratti di locazione e di affitto, acquistare ed alienare diritti di qualsiasi natura su beni mobili e immobili, stipulare convenzioni e contratti con enti pubblici e privati o con singoli individui.
Il Consiglio Direttivo ha altresì le seguenti responsabilità:
– curare l’esecuzione delle delibere dell’assemblea dei soci;
– progettare e verificare lo svolgimento delle attività sociali;
– curare la predisposizione del bilancio consuntivo annuale;
– deliberare circa l’ammissione, il recesso e l’esclusione dei soci;
– determinare la quota annuale di associazione dovuta dagli associati e le sue modalità di versamento da sottoporre all’approvazione dell’assemblea,
– delegare specifiche attribuzioni o l’esecuzione di specifici progetti a uno o più consiglieri:
– promuovere l’assunzione, in generale, di qualsiasi provvedimento necessario al buon funzionamento dell’associazione, che non sia per legge o per statuto demandato all’assemblea.
Il Consiglio direttivo è convocato, almeno otto giorni prima della riunione, mediante invio di messaggio di posta elettronica inoltrato almeno due giorni prima della data prevista per la riunione. Anche in difetto di tali formalità e termini, il Consiglio delibera validamente con la presenza di tutti i consiglieri in carica.
Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide se risulta presente la maggioranza dei componenti; in caso di parità prevale il voto del Presidente.

Art. 15 – Presidente
Il Presidente, ed in sua assenza o impedimento, il Vice Presidente, ha la legale rappresentanza dell’Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio.
Il Presidente convoca e presiede l’Assemblea e le riunioni del Consiglio Direttivo.

Art. 16 – Esercizio finanziario
La gestione finanziaria dell’associazione è suddivisa in esercizi annuali, correnti dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno.
Il bilancio consuntivo deve essere predisposto dal consiglio direttivo entro il 30 aprile di ogni anno. Il Presidente del Consiglio Direttivo provvede alla convocazione dell’Assemblea per l’approvazione del bilancio consuntivo che dovrà avvenire entro il 30 giugno di ogni anno.
Gli utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, non verranno distribuiti, neanche in modo indiretto, durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o distribuzione siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre ONLUS che per legge, statuto o regolamento facciano parte della medesima ed unitaria struttura.

Art. 17 – Scioglimento e liquidazione
Lo scioglimento dell’associazione avviene in tutti i casi contemplati dall’art. 27 del Codice Civile.
In caso di scioglimento dell’Associazione, per qualunque causa, il patrimonio residuo sarà devoluto ad altra organizzazione non lucrativa di utilità sociale avente la medesima finalità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190, Legge 23 dicembre 1996 n. 662 e salva diversa destinazione imposta dalla legge al momento dello scioglimento.

Art. 18 – Norma di chiusura
Per tutto quanto non previsto dal presente Statuto si fa riferimento alle norme al Codice Civile e alle leggi in materia e, in particolare, alle disposizioni contenute nel decreto legislativo 4 dicembre 1997 n. 460.

Soci Fondatori:
Cuomo Fernanda, nata a Portici (NA)Napoli il 26/03/1947, residente a Roma, Vicolo del Giglio 18, cittadina italiana, CF CMUFNN47C66G902P
Mara Giordana, nata ad Asmara, (ETH) il 05/11/1946 , residente a Roma, Via Tolmino 12, 00189, cittadina italiana, CF MRAGDN46S45Z315W
Medici Maria Giuseppina, nata a Terni il 28/01/1932, residente a Roma, Via della Marsica 23, 00162 Roma, cittadina italiana, CF NDCMGS32A68L11F
Ricci Carla, nata a Terni il 20/08/1938, residente a Roma, Via G.B.Viotti 29, 00124 Roma, cittadina italiana, CF RCCCRL38M60L117B
Ricci Franca, nata a Terni, il 28/06/1942, residente a Roma, Via Casole d’Elsa 19, 00138, cittadina italiana, CF RCCFNC42H68L117U
Scagliarini Cristina, nata a Neuilly sur Seine (FR) il 01/04/1954, residente a Roma, Via Mario Cermenati 61, 00139, cittadina italiana, CF SCGCST54D41Z110N
Subioli Alberto, nato a Terni il 09/08/1929. residente a Roma, Via della Marsica 23, 00162 Roma, cittadino italiano, CF SBLLRT29MO9L117H